LICOTT - Linguistica Computazionale e Tecnologia del Testo

Il Laboratorio di Li(nguistica) Co(mputazionale) e T(ecnologia) del T(esto) è rivolto alla ricerca ed alla didattica avanzata nel settore della Linguistica computazionale ed alle sue applicazioni nella produzione, memorizzazione, gestione e trattamento del testo, sia scritto che orale.

Presso il LiCoTT sono disponibili quattro stazioni di lavoro di varie piattaforme (Windows, Macintosh), con possibilità di accesso e di assistenza per l’utilizzo ai software, disponibili in rete, per il trattamento dei diversi aspetti dell’espressione linguistica. In particolare si fornisce la possibilità di sviluppare l'annotazione e il mark-up di testi e la trascrizione e l'analisi del parlato

I principali progetti svolti attualmente presso il Laboratorio sono:

  • Map Task italiano: il progetto, finanziato dal MIUR (Cofin) in diverse fasi (inizialmente AVIP, poi API, poi IPAR), ha avuto per scopo la costituzione di un corpus vocale di dialoghi italiani raccolti secondo il modello Map Task. L'unità di Vercelli è, soprattutto, coinvolta negli aspetti pragmatici ed informatici.
  • H u m @ n o: è stato un progetto finanziato dalla Comunità Europea sotto la formula "Leonardo da Vinci", che ha per obiettivo la raccolta di dati relativi alle fortune occupazionali dei laureati e alle aspettative dei laureandi in materie umanistiche, nonché alla predisposizione di curricula specifici per un miglior collocamento nel mondo del lavoro.
  • Spazialità e moto in italiano parlato: è un progetto ancora in corso e consiste nella raccolta, nell’annotazione di testi orali elicitati mediante diverse tecniche (indicazioni stradali, Frog story) nonché nel rilevamento e nello studio delle espressioni di moto in un paradigma cognitivo e tipologico. Il progetto si svolge in collaborazione con il progetto internazionale MovEs coordinato dall’Università di Zaragoza.
  • Lingua, identità e tradizioni: progetto svolto nell’ambito di una collaborazione con il Laboratorio di Antropologia Multimediale, e volto alla raccolta ed allo studio del linguaggio collegato all’espressione delle tradizioni sia materiali che non; il progetto si ispira alla metodologia “Wörter un Sachen” con l’estensione verso gli “oggetti immateriali”.
  • Media conversion: è un progetto svolto solo con risorse interne, che ha per obiettivo l'identificazione dei modelli secondo cui il parlante converte l'immagine in descrizione o comunque testo orale e viceversa. Il progetto è ancora in fase di raccolta dati.

Il laboratorio, oltre ad essere aperto ad attività di addestramento su tematiche specifiche di Linguistica computazionale, può supportare attività di ricerca individuale che non comporti costi onerosi per il laboratorio stesso. Il LiCoTT può ospitare, e ha ospitato, studiosi italiani e stranieri per compiere periodi di studio, formazione e ricerca. Presso il LiCoTT, infine, hanno sede i docenti di italiano per stranieri.

Referente: prof. Giacomo Ferrari
​Palazzo Tartara (piano terra), via G. Ferraris 109 Vercelli - tel. 0161228204